martedì 10 novembre 2015

Recensione : Il dominio del fuoco (An ember in the ashes) di Sabaa Tahir

Ben ritrovati! Dopo un periodo di studio abbastanza pesante sono riuscita a trovare il tempo per recensirvi questo libro uscito appena un mese fa.

*recensione senza spoiler*




Titolo: Il dominio del fuoco #1 An ember in the ashes
Autore: Sabaa Tahir
Editore:  Editrice Nord
Prezzo: 16.90 €
Genere: Distopico, YA, fantasy
Pagine: 432


Trama : C'è stato un tempo in cui la sua terra era ricca di arte e di cultura. Laia non può ricordarsene, eppure ha sentito spesso i racconti su come fosse la vita prima che l'Impero trasformasse il mondo in un luogo grigio e dominato dalla tirannia, dove la scrittura è proibita e in cui una parola di troppo può significare la morte. Laia lo sa fin troppo bene, perché i suoi genitori sono caduti vittima di quel regime oppressivo. Da allora, lei ha imparato a tenere segreto l’amore per i libri, a non protestare, a non lamentarsi. Ma la sua esistenza cambia quando suo fratello Darin viene arrestato con l’accusa di tradimento. Per lui, Laia è disposta a tutto, anche a chiedere aiuto ai ribelli, che le propongono un accordo molto pericoloso: libereranno Darin, se lei diventerà una spia infiltrata nell'Accademia, la scuola in cui vengono formati i guerrieri dell'Impero… Da quattordici anni, Elias non conosce una realtà diversa da quella dell'Accademia. Quattordici anni di addestramento durissimo, durante i quali si è distinto per forza, coraggio e abilità. Elias è la promessa su cui l'Impero ripone le proprie speranze. Tuttavia, più aumenta la fiducia degli ufficiali nei suoi confronti, più lui vacilla, divorato dai dubbi. Vuole davvero diventare l'ingranaggio di un meccanismo spietato e senza scrupoli? Il giorno in cui conoscerà Laila, Elias troverà la risposta. E il suo destino sarà segnato.






Recensione


Il dominio del fuoco è uno di quei libri che hanno spopolato nel paese di pubblicazione, e che appena lo si avvista in libreria bisogna comprarlo seduta stante.
Il mio primo pensiero dopo aver letto la trama è stato "Ambientazione in una specie di Impero romano? Eh, un posticino in più nella mia TBR."

Letto in quattro giorni, a distanza di due dall'averlo terminato ho ancora gli avvenimenti di ogni singola pagina impressi nella mente. 
Si tratta di un romanzo travolgente, molto movimentato e imprevedibile.
La parte "romance" è in realtà molto ridotta, è lascia più spazio al world building, la costruzione della storia e delle personalità dei personaggi.
Non ha turbato molto la mia anima romantica, ma spero che nel sequel troveremo un po' di "amore" in più!
A proposito del world building, ovvero la costruzione del mondo in cui è ambientato il libro, è stato davvero eccezionale. Tutto è spiegato nei minimi dettagli dai due POV dei protagonisti. L'Impero de Il dominio del fuoco è in tutto e per tutto simile a quello Romano, ma (se possibile) ancor più saturo di violenza.

Per quanto riguarda le coppie di questo libro, non sono affatto definite. Sia il protagonista maschile Elias sia quello femminile Laia sono sballottati da un'attrazione all'altra, indecisi e confusi. Quindi per le ship credo che dovrò attendere il secondo, sperando di non ritrovarmi un bel triangolo amoroso.

In quattrocento pagine cariche di avvenimenti, la lettura inizialmente mi ha dato l'impressione di essere un po' lenta, ma poi mi son resa conto che era solo a causa dell'intreccio molto fitto della storia. Nulla di negativo, quindi.
Lo stile di Sabaa Tahir è molto dinamico, con descrizioni sia di ambienti sia di personaggi davvero molto belle ed affascinanti. L'autrice è stata capace di intrecciare i fatti davvero molto abilmente, tant'è vero che verso il finale del libro (che è un bel cliffhanger) sono rimasta scioccata dalla piega presa dagli eventi.

Le scene d'azione e di combattimento sono chiarissime, mentre di solito in altri libri fantasy c'è un po' di confusione e non si riesce bene a immaginare le mosse di duelli o scontri.
Ho apprezzato particolarmente la presenza di due punti di vista : Laia, che fa parte dei dotti ed Elias, una Maschera. Riusciamo ad approfondire entrambe le fazioni, povertà e potere.

I personaggi, principali e secondari che siano, sono costruiti alla perfezione e non sono assolutamente stereotipati. Ad esempio Laia, inizialmente non viene disegnata come un'eroina coraggiosa e senza scrupoli, ma con dei dubbi e con paure proprio com'è giusto che sia per un essere umano. Come tutti i personaggi anche Laia ha subito un netto sviluppo durante il corso della storia, acquisendo sempre più sicurezza.



<<Sei ricca, Laia. Sei ricca di vita e mistero e forza e spirito. Sei nei nostri sogni. Arderai, perchè tu sei brace sotto la cenere. Questo è il tuo destino.>>



Il libro, storia d'avventura a parte, tratta diverse tematiche : la povertà, la schiavitù, la violenza sulle donne, la sottomissione, tutte trattate con abilità.
Un libro che mi ha davvero colpita, ed ora è tra i miei preferiti. E pensare che ad inizio lettura ero in un mezzo blocco da lettore, e leggendolo mi è passato del tutto. Non vedo l'ora di poter mettere le mani sul sequel, di cui si è a conoscenza solo del titolo in inglese "A torch against the night", che ancora in corso di scrittura. Temo che dovrò attendere un bel po'!




Un voto pieno assolutamente meritato! Riserverete la stessa mia devozione a questa splendida storia, ve lo assicuro. 
*occhi a cuoricino*


Leggetelo cavolo!



Valutazione





9 commenti :

  1. Mi sa proprio che aspetterò un bel pò di mesi per leggerlo. Ho già abbastanza finali aperti da sopportare XD Anche questa attesa mi ucciderebbe.C'è molta violenza o scene sessuali? Immaginavo che con il target YA fosse più... leggerino :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Violenza si ma non troppo macabra o cruda, scene sessuali zero, per quanto riguarda quelle si tratta per lo più di riferimenti! Se vuoi aspettare ti capisco decisamente:(

      Elimina
  2. Io penso che lo acquisterò dopo Natale (sigh), non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari trovi qualche sconto! È quello che spero succeda a me con La Regina Rossa coi suoi bei 19 euro...

      Elimina
  3. Che bello, sembra molto interessante *-*
    P.s. Sono una nuova follower, complimenti per il blog, è carinissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Ho ricambiato, anche il tuo è adorabile :3

      Elimina
  4. pronto sul mio scaffale! devo finire di leggere i romanzi che ho attualmente in lettura per iniziarlo! *_*

    RispondiElimina
  5. Helloooo OuO
    Ma che bella recensione!
    Io ho adorato questo libro, davvero. L’ho amato con tutta me stessa. Dei protagonisti fantastici, soprattutto Elias che è adorabile, una trama avvincente coronata da una scrittura scorrevole e appassionante. Bello, bello, bello.
    Il finale leggermente sotto tono rispetto al libro, ma poco importa, in fondo.
    Sono rimasta particolarmente affascinata dal mondo delle maschere, bisogna dirlo ^^
    Se vuoi leggere il mio sclero-recensione clicca quiii c:
    Scusa per l’eventuale spam indesiderato!
    Rainy

    RispondiElimina